giovedì 26 gennaio 2012

Pausa



Mi sveglio di botto, sbarro gli occhi e penso: “Devo pagare le bollette!”.
Ma che razza di primo pensiero del mattino è?
Beh, questo è!

Decido di non fare colazione per far prima (è già tardissimo) e dimagrire un po’ come effetto collaterale.
Però ho fame perciò sbocconcello solo un po’ di pizza appena uscita dalla doccia, do solo due, tre morsi alla torta di frutti di bosco mentre infilo le calze e poi gozzoviglio nella nutella non appena ho finito di vestirmi. Praticamente mangio l’equivalente di tre colazioni ma tutte in piedi, senza gustare nessun sapore e senza bere un goccio di niente.

Uscendo porto giù i panni sporchi per metterli nella lavatrice, che è al piano terra, invece esco di casa con tutto il cestino dei panni sporchi al seguito; in piazza me ne rendo conto e faccio dietro front.
Ho dimenticato le chiavi della lavanderia a casa quindi risalgo le scale per prenderle , tanto ho scordato anche gli asciugamani da lavare. Ridiscendo, carico la lavatrice ma mi resta in mano il cassetto dei detersivi. Dopo mezz’ora di lotta furibonda con il detto cassetto ed un non proprio signorile turpiloquio riesco a ripristinare la situazione, avvio la lavatrice e esco di nuovo anche se ho le mani imbrattate di detersivo e si è sporcato il cerotto del dito che mi sono ustionata ieri, cucinando.

Mi arrampico fino in cima alla collina dove c’è la Posta e a metà strada mi rendo conto che ho lasciato il libretto postale a casa, pazienza. Arrivata alla Posta mi rendo conto che ho lasciato a casa anche le bollette, cazz….
Allora ridiscendo giù dalla collina, risalgo i due piani di scale fino a casa, prendo le bollette e ne ho scopro una vecchissima non pagata. NON pagata?!!!!! Ma com’è poss…..via, scendo le scale, salgo sulla collina, pant, pant, arrivo alla posta e la fila di due persone di prima è diventata una “filona” di cinquecento persone. Sto sudando come una fetta di gorgonzola nonostante il clima invernale al punto che devo togliermi sciarpa e cappotto. Un vecchietto, visto come sono ridotta mi cede il posto a sedere.
Pago tutte le bollette, anche quella vecchia……quella…..”ma era già pagata!” dice l’operatrice. Già pagata???? Porc… non avevo visto il timbro. Mortificata chiedo scusa cento volte alla signora che deve annullare l’operazione inutile. Poi scendo a valle, salgo a casa, prendo le chiavi della lavanderia e apro il portello della lavatrice: esce uno tzunami di acqua. Vaff…..richiudo, ripompo, ricentrifugo, risalgo a casa, stendo e poi prendo le borse per andare a fare un po’ di spesa….cerco le chiavi…..le chiavi……le chia….vi……di ca….sa . NON SONO DA NESSUNA PARTE.

Le avevo in mano solo due minuti fa. Ed ora sono scomparse.
Intanto sento che il dito ustionato sta impazzendo di dolore ed anche la schiena si chiede perché tante scale e tante colline e decide di dare forfait.
Cerco ancora le chiavi , se non altro per principio, per non darla vinta a loro. Dopo un affannoso, infruttuoso, tristissimo quarto d’ora poso le borse mi tolgo il cappotto e mi metto a piangere sul divano.

Mi prendo una pausa.
Faccio da sola, prima che mi scoprano quelli della neuro e mi portino via.

E poi…..non mi ricordo più perché tenevo un blog………

30 commenti:

  1. Nooooo ma allora le macumbe non le fanno solo a me :)
    Ma sono uscite poi ste chiavi o no???

    RispondiElimina
  2. Pamirì.....!!!!!
    Non è della pausa che hai bisogno! ....e che noi tante volte agiamo ma la nostra mente si perde in nuvole e batuffoli di pensieri!...e le azioni, che facciamo mentre la nostra mente nuota nel vago, non riescono a raggiungere quell'ultimo, eroico neurone rimasto! ^___^....che ce voi fa! sei mitica ^_^

    RispondiElimina
  3. Pam, ti trovo confusa...cosa mi stai combinando??
    C'è qualcos che non ci racconti!! ;)
    baci

    loredana

    RispondiElimina
  4. Tieni un blog perchè adori scrivere, fantasticare e cucinare... tieni un blog perchè non importa aggiornarlo tutte le settimane, ma importa la passione che metti nei post e che ci trasmetti... tieni un blog perchè le tue ricette sono piccoli capolavori di pasticceria e meritano di essere conosciuti... tieni un blog perchè scrivi divinamente e tutte noi adoriamo leggerti!! Un abbraccione, con affetto

    RispondiElimina
  5. Quoto Silvia in tutto e per tutto.
    Data la poca confidenza, se me lo permetti... tieni un blog perché la gente come me ha bisogno dei tuoi post!
    Ma soprattutto, perché scrivere è bello, e riordina i pensieri, anche in una giornata caotica come questa.

    RispondiElimina
  6. Pamirillina mia, ti lascio un abbraccio grande, un bacino sulla "bua" e mi siedo qui fuori, sullo scalino... a costo di aspettarti fino a cent'anni...Baci

    RispondiElimina
  7. cavolo, mi hai fatto ridere...ma capisco il tuo pianto, anche se...se hai scritt questo post, e in questo modo, secondo me ci ridi su anche tu...che giornate, no, vero??? la pausa è più che meritata...io mi rivedo tantissimo in quel che hai scritto, mi succede un giorno si e uno no se va bene...è che questo mondo gira troppo in fretta e la nostra testa pure e no, non è salutare! un abbracio!!!!

    RispondiElimina
  8. MIO DIO che giornata delirante, purtroppo abbiamo una vita così frenetica e con un milioni di cose da pensare che affolliamo la nostra mente di informazioni fino a farla scoppiare e così alla fine non facciamo un accidente di quello che ci eravamo proposte di fare o se lo facciamo, lo facciamo in maniera stressante e male!
    Prenditi una bella pausa e dai un calcio a tutto!
    P.S. bellissimo blog da oggi non mi perderò niente Smack!

    RispondiElimina
  9. Mammmaaaaaa sto ridendo come una matta da sola vicino al computer alle 23.25 di sera e non riesco a, smettere....veramente simpatico questo post.....
    Pamirilla.... si hai ragione è meglio una pausa...!!!!
    ciao
    un abbraccio
    da nannarè

    RispondiElimina
  10. Ops mi sono dimenticata di dire che ho scoperto il tuo blog per caso...mi piace moltissimo ..anche perchè io sono una golosona specialmente x i dolci e vedo che qui da te ci sono molte ricette da sperimentare
    ariciao !!ciao
    da
    nannarè

    RispondiElimina
  11. tesoro!
    tieni un blog perchè leggerlo - per noi - è una gioia.

    RispondiElimina
  12. Capitano momenti di.."calo"..e in cui ti chiedi persino perché stai al mondo, ma poi per fortuna ci sono i momenti di gioia, di risalita, di serenità..e scrivere un blog appartiene a quei momenti.
    Se dovessi rispondere al posto tuo, direi perché il cibo è anche divertimento e parlarne in rete è un modo per condividerlo con gli altri.

    enjoy,

    A.

    RispondiElimina
  13. Mi dispiace per le tue disavventure... ma il fatto è che fanno troppo ridere!!! *_*

    RispondiElimina
  14. Le pause e i blog cianno un loro perchè....
    bacioni

    RispondiElimina
  15. complimenti un blog carinissimo mi sono aggiunta se ti va passa da me mi farebbe piacere

    RispondiElimina
  16. Ciao Pamirilla! Mentre spero che tu ti stia godendo un pò di tranquillità e di "disintossicazione" dalla rete, ne approfitto per lasciarti un piccolo premio, se ti fa piacere partecipa, sennò declina pure l'offerta, so che a volte può essere più una scocciatura che altro: http://rumoredifusa.blogspot.com/2012/02/ho-ricevuto-un-premio.html Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. capita dai non te la prendere, sono i momenti della vita quiando si è sotto stress, le diete mettono anche stress

    RispondiElimina
  18. Potrei averlo scritto io.
    A parte pizza, nutella e frutti di bosco.
    Io almeno al momento mi dò quella giustificazione,
    Ma tu????
    ;)

    RispondiElimina
  19. Ciao, hai un blog davvero carino. Mi pare che in quanto a dolci ci intendiamo totalmente! Anch'io sono una vera golosa e appassionata di dolci!
    Io ho un blog sulle cerimonie del tè, e sul piacere che il tè può evocare. Penso che ti possa interessare così ti mando il link:
    http://cerimoniadelte.blogspot.com/
    Piacere di conoscerti. Letizia

    RispondiElimina
  20. passa da me, c'è una sorpresa!
    http://fotoandfoood.blogspot.com/2012/02/premiuzzooooo.html

    RispondiElimina
  21. Sono arrivata qui inseguendo l'illustrazione con il gattino davanti alla vetrina della pasticceria e ho trovato un blog meraviglioso!
    Ho letto anche questo post delle tue mille peripezie e mi ci sono ritrovata, queste cose a me capitano quando sono sotto stress...troppe cose da fare tutte insieme!
    Mentre tu ti prendi la giusta pausa, io gironzolo per curiosare tutte le ricette buonissime e i disegni bellissimi. A presto!

    RispondiElimina
  22. Il tuo blog mi piace tantissimo!!!!!!!!!!!
    Ti aspetto....
    ^_^ Ciao!!!

    RispondiElimina
  23. Pamirìììììì...ma che sei rimasta ancora a piagne sur divano?So passati 20 giorni... e su bella mia che se non ci sei tu che inforni e posti le torte mi tocca farlo a me ^__^ Su bella.... soffia il nasino e mettiti in cucina ^__^

    RispondiElimina
  24. evabbè...un mesetto di pausa c'è stato tutto.... ma io posso mica continuare a sentire così la tua mancanza!!!!
    Pami, come va???? Spero che nel frattempo tu abbia ritrovato i tuoi tempi, i tuoi pensieri, le chiavi di casa e la strada per il blog!
    Io comunque aspetto....
    Un bacione grande!
    Paola

    RispondiElimina
  25. la PAUSA è finita !!! ricomincia a lavorare, c'è gente che non vede l'ora di poteri leggere e seguire nelle tue ricette di pasticceria e di vita, se poi pensi a quelle che già si fregavano le mani pensando di essersi tolta una rivale da torno.
    Non fare sciocchezze ti aspettano tutti

    RispondiElimina
  26. heiiiiiiiiiiiiiiiii????????????????????????????????????????? non ti pare che quasi due mesi possano bastare per una pausa?......... Su che il ghiaccio si è sciolto.... il sole è tornato..... i fiori sbocciano....Pamirì...manchi solo tu ^__^

    RispondiElimina
  27. Pamirillina cara che ti beati alla dolce melodia del fiume..Buona Pasqua con affetto :-)

    RispondiElimina
  28. Ciao Pamirilla! Se lo scorso anno avevo fatto la pastiera, ispirata da te... questa volta mi sto dando alla colomba, primo esperimento per me!! Sono ancora dubbiosa sulla sua riuscita, ma speriamo bene... nel frattempo ti mando un abbraccio e soprattutto un grande augurio di buona Pasqua! Ti aspettiamo tutte fiduciose nel tuo ritorno... ma non aver fretta, come per la colomba, certe cose per riuscire bene hanno bisogno di calma, il giusto tempo di "lievitazione" e di cottura! ;-) Baci

    RispondiElimina
  29. Palmirilla....è arrivata anche Pasqua e ancora non ti leggo....la casa adesso dev'essere bella calduccia....su su aspettiamo tue notizie.....baci e tanti auguri di amore e serenità

    RispondiElimina